­
PG_collection

Condividiamo una passione.
Disegniamo il futuro.
#disegniamoilfuturo


Guggenheim Intrapresæ per “Mark Tobey. Luce filante”


Guggenheim Intrapresæ per “Mark Tobey. Luce filante”
27 aprile 2017

Guggenheim Intrapresæ sostengono la più esaustiva retrospettiva degli ultimi vent’anni dedicata all’artista americano Mark Tobey (1890 – 1976) che apre alla Collezione Peggy Guggenheim il 6 maggio. Mark Tobey. Luce filante intende tracciare l’evoluzione dello stile pionieristico dell’artista, nonchè il suo contributo, significativo e ancora non del tutto riconosciuto, all’astrazione e al modernismo americano del XX secolo.


Con 70 dipinti, che spaziano dalle produzioni degli anni ’20 fino ad arrivare agli anni ’70, la mostra indaga la portata della produzione artistica di Tobey e rivela lo straordinario, quanto radicale, fascino del suo lavoro. Il percorso espositivo si configura, dunque, come un attento riesame della produzione artistica del pittore, tra i maggiori artisti americani a emergere negli anni ’40, in quel decennio clou che vide la nascita dell’Espressionismo astratto, riconosciuto come figura d’avanguardia, precursore con la sua “scrittura bianca” di quelle innovazioni stilistiche introdotte di lì a poco dagli artisti della Scuola di New York, quali Jackson Pollock.


Mark Tobey. Luce Filante

6 maggio – 10 settembre 2017

Collezione Peggy Guggenheim

A cura di Debra Bricker Balken

#MarkTobey


© Mark Tobey Campo selvatico (Wild Field), 1959 Tempera su pannello 67,6 x 70,2 cm The Museum of Modern Art, New York, Collezione Sidney e Harriet Janis, 1967 © 2017 Mark Tobey / Seattle Art Museum, Artists Rights Society (ARS), New York