­
PG_collection

Condividiamo una passione.
Disegniamo il futuro.
#disegniamoilfuturo


Florim: Dare forma al bello tra innovazione ed etica d’impresa


Florim: Dare forma al bello tra innovazione ed etica d’impresa
12 settembre 2018

Nel 2014 è entrata a far parte di Guggenheim Intrapresæ, Florim, azienda leader nella produzione di rivestimenti ceramici, portando al gruppo un contributo di esperienza e creatività fondamentali. Nel percorso svolto insieme in questi anni è emersa fin da subito una forte sensibilità e lungimiranza nei confronti dei temi della responsabilità sociale di impresa, che rispecchiano perfettamente il dialogo aperto quest’anno con la campagna #CollectingInnovation. Ecco come l’azienda si racconta e descrive le azioni messe in atto per creare un impatto sociale ed etico sulle persone e sul territorio di appartenenza dal punto di vista culturale.

“Abbiamo incontrato Guggenheim Intrapresæ qualche anno fa, attratti da questo incredibile progetto di corporate membership che rende la comunicazione culturale un’innovativa forma di comunicazione aziendale. Da circa quattro anni ne siamo diventati parte integrante con il duplice intento di sostenere un patrimonio artistico di straordinaria bellezza ed entrare in contatto con realtà imprenditoriali illustri e dinamiche, instaurando reciproche condivisioni di esperienze. Consideriamo il confronto con altri mercati e altri settori un fattore imprescindibile del nostro modo di fare impresa.

Produciamo superfici ceramiche da oltre 50 anni guidati da un forte istinto innovatore, da un’innata passione per la bellezza e con una grande attenzione alla sostenibilità.

Dall’unione di questi elementi nasce una particolare sensibilità aziendale verso l’arte e il design che si esprime nel prodotto e nel modo in cui lo realizziamo. Crediamo nell’importanza di coniugare i valori del territorio e l’eredità storico-artistica con l’attitudine a fare ricerca e innovazione.

Storicamente connotata come mero oggetto funzionale la ceramica è diventata oggi elemento di decoro e di arredo. Dare forma “al bello” per noi coincide con un minuzioso processo di ricerca e realizzazione di prodotti pensati per far star bene le persone nel loro spazio.

Il senso di benessere non è una condizione stabile nel tempo e nello spazio, ma muta ed evolve e così deve cambiare lo spazio circostante adattandosi ai diversi contesti. Florim parte da questo presupposto per cercare prodotti sempre nuovi e innovativi, guardando oltre i confini del settore e al di là di ogni barriera geografica.

In una sfida continua tra creatività e tecnologia la classica piastrella 20x20cm oggi si è trasformata in una lastra di oltre 3 metri che può diventare – all’occorrenza – anche una porta, un tavolo o un top cucina – oltre alle tradizionali destinazioni d’uso a pavimento o rivestimento.

Nella nostra indole esploratrice e nel percorso di valorizzazione dell’arte e del design in senso ampio si inserisce il rilancio del brand CEDIT – Ceramiche d’Italia. Interprete di un’avventura unica nel panorama del Novecento, questo marchio ha associato il suo nome a prestigiose firme– tra gli altri – di Marco Zanuso, Ettore Sottsass, Enzo Mari, Alessandro Mendini, Sergio Asti, Emilio Scanavino, Mimmo Rotella, Gino Marotta, Achille e Pier Giacomo Castiglioni e del Gruppo Dam.

La CEDIT di oggi e del prossimo futuro, recupera e rilancia l’attitudine a collaborare con alcuni tra i nomi di maggior interesse della creatività contemporanea, dando vita a una serie di collezioni ceramiche ideate da autori italiani protagonisti di percorsi – di progetto e di pensiero – distinti e definiti da un taglio stilistico originale.

Ed è così che vediamo il futuro: dominato dalla creatività che si serve delle tecnologie più avanzate per plasmare nuova bellezza.

Inoltre, siamo convinti che il nostro lavoro non si esaurisca nelle dinamiche industriali ma debba andare oltre le logiche del business per entrare nell’ambito della Corporate Social Responsibility (CSR) e dell’etica d’impresa. Le nostre attività in tal senso si sviluppano in tre direzioni: il sostegno all’arte e alla cultura, il sostegno al territorio che ci ospita e il sostegno ai giovani.

La nostra collaborazione con Guggenheim Intrapresæ ha l’obiettivo di sostenere e creare cultura anche attraverso eventi che promuovono il concetto del bello ai nostri interlocutori. Ne sono un esempio i diversi appuntamenti organizzati negli ultimi anni nella splendida cornice della Collezione Peggy Guggenheim di Venezia. realizzati con la collaborazione di relatori di spicco come Formafantasma, Federico Peri, Paolo Gonzato, Livia Peraldo Matton, Domitilla Dardi, Zaven, Andrea Anastasio, Giorgia Zanellato, Martino Gamper, Ettore Mocchetti, Benedetto Fasciana, Franco Guerzoni.

Tra le ultimissime attività che intrecciano il sostegno all’arte e al territorio si inserisce “Il Cavallo di Paladino”, un’imponente scultura in bronzo realizzata nel 2015 da Mimmo Paladino, noto esponente italiano della Transavanguardia. Sui fianchi del cavallo, alto più di 4 metri, spiccano due simboli che testimoniano il legame con il nostro territorio.  Da un lato la trivella, simbolo di Modena, e dall’altro una testa umana reclinata, a significare il valore del lavoro e della trasformazione della materia che contraddistingue la nostra terra e rispecchia ovviamente il lavoro della nostra azienda. Sono queste affinità che hanno portato l’opera in Florim, posizionato in modo che tutto il territorio possa ammirarlo.

Negli anni sono stati sviluppati altri progetti molto importanti nell’ambito della CSR, ne sono un esempio il “Master in Florim”, il percorso formativo retribuito rivolto a giovani neolaureati/ neodiplomati e la Fondazione Ing. Giovanni Lucchese che eroga fondi a favore di famiglie bisognose del territorio. La collaborazione con grandi e importanti strutture sanitarie locali (Ospedale di Sassuolo e Ospedale ‘Santa Maria Nuova’ di Reggio Emilia) ha portato inoltre alla realizzazione di “salute&formazione”, un modello unico (riconosciuto dall’American Heart Association) che coniuga la cultura industriale con quella sanitaria, intrecciandole a beneficio della comunità del nostro territorio.

Si tratta di uno spazio di oltre 600 mq. che accoglie un moderno centro di simulazione medica avanzata e ospita anche incontri gratuiti sui corretti stili di vita per il territorio.

Nell’ambito di questo progetto abbiamo appena presentato una nuova iniziativa di welfare “Florim mette una virgola rosa” che offre uno screening gratuito a tutte le donne Florim per prevenire le più comuni patologie femminili, in ambito cardiologico e ginecologico.”